Consorzio Lido di Spina
Lido degli Estensi
Piazzale Caravaggio, 1
40029 Lido di Spina - Ferrara
P.I. 01248220384
Tel/Fax 0533/333403
Per informazioni, eventi e mercatini:
info@vivispina.it
tl

Lido di Spina fa parte dei sette Lidi Comacchiesi legati indissolubilmente alla città dei Trepponti, e rappresentano una delle potenzialità turistiche più forti di tutto il Delta del Po. Ventitre chilometri di costa si sono trasformati in alcuni decenni in famosi e ambiti luoghi di vacanze, immersi in un ambiente nturale particolarmente unico in Italia.

Comacchio è situata in una zona di antichissimo popolamento; fin dalle iniziali tredici isolette su cui è sorta, ha intessuto la sua storia con le attività legate all'utilizzo degli estesi bacini idrici che la circondavano e alle produttive saline adiacenti. Dalla decadenza dell'etrusca Spina al sorgere, nei primi secoli dopo Cristo, del centro comacchiese, la florida economia si è fondata sulla pesca, sulla produzione e sul commercio dell'oro bianco.

Le tracce della civiltà etrusca sono state rinvenute nella vicinissima necropoli di Spina, un'antica città a circa 6 km da Comacchio; essa giaceva sul litorale adriatico alla foce del Po e costituiva un importante porto per l'importazione delle merci greche (soprattutto ceramiche) nell'Etruria padana. Fiorì dal secolo VI a.C. e declinò in seguito allo sgretolamento del dominio etrusco nella Padania (secondo la tradizione venne distrutta dai Galli) e forse anche a causa di mutamenti del corso del Po, Spina a acquistato una posizione fondamentale nella ricerca archeologica italiana soprattutto per la sua vastissima necropoli.

Grazie agli scavi, iniziati nel 1922, più di quattromila tombe sono state finora scoperte; essa ha offerto un'eccezionale documentazione per il periodo compreso tra il 460 e la fine del sec. V, momento più florido nella vita della città.

Alla fine del secolo XIII Comacchio passò agli Estensi e nel 1598, insieme a tutto il territorio ferrarese, allo stato della Chiesa. Durante i tre secoli di epoca Estense questi luoghi hanno goduto di una notevole fioritura culturale e artistica e hanno dato asilo a celebri artisti, da pittori come Dosso Dossi a scrittore come Pietro Bembo e l'Ariosto; hanno infine conosciuto personaggi come Lucrezia Borgia che è stata ed è, fonte di ammirazione incondizionata da parte dei contemporanei, probabilmente per la sua vita avventurosa e tanto chiacchierata.

bl
tl

La storia del lido

Mappa del lido

bl